Humanity Cocktail è un blog che non ha paura di mettere molta al carne al fuoco. E’ un blog che seleziona, mescola, assaggia e condivide con tutti.

Cosa succederebbe se aprissimo in questo momento il nostro frigo e decidessimo di fare un cocktail con ciò che abbiamo? Probabilmente alcuni di voi riuscirebbero a fare a malapena un frullato di zucchine, altri creerebbero una nuova versione dell’ Alexander. In ogni caso si materializzerebbero delle nuove creazioni, più o meno decenti da bere.

Beh questa è la stessa cosa che è accaduta per millenni all’umanità: prima si sono formate delle comunità indipendenti sparse per il mondo. Poi hanno cominciato a mescolarsi fra di loro, a creare nuove realtà o, quando non vi riuscivano, a farsi la guerra. L’incontro di comunità differenti ha sempre generato nuove realtà umane.

Humanity Cocktail è un blog che non ha paura di mettere molta carne al fuoco, o, per restare in tema, molti superalcolici nel cocktail. Si interroga sulle stranezze umane, affronta temi di attualità ma anche di antropologia e storia.

Vuole essere insomma un blog di approfondimento sull’incredibile razza umana: sulle sue stranezze e le sue meravigliose invenzioni, sui suoi errori e le sue complicate sovrastrutture. Tutto questo focalizzandosi sul concetto che, a mio avviso, meglio descrive la nostra specie: la sua capacità di mescolarsi, meticciarsi, incrociarsi, creare cocktail di umanità. Sono proprio le cose dal sapore più bizzarro quelle che ci fanno chiedere: “ma che cavolo ci hanno messo dentro?”.

Allora che ne dite di fare incetta di umanità con me? Lo so, molti di voi diranno. “meglio le bestie!”, però 1) quelli strani siamo noi 2) non decidiamo noi a quale specie appartenere. E allora suvvia, tuffiamoci in questo cocktail!